Risposte Quotidiane

Consigli per avere una sana immagine di sé

di Joyce Meyer

Consigli per avere una sana immagine di sé

Sai che è volontà di Dio che tu abbia una sana immagine di te stesso? Sai che Egli desidera che tu ti apprezzi per la persona che sei, con la tua personalità, i tuoi doni e talenti, e persino le tue “stranezze”?

Ammetto che c’è stato un periodo della mia vita in cui non mi apprezzavo affatto. Ero terribilmente insicura e volevo costantemente assomigliare ad altre persone. Ero focalizzata su tutto quello che c’era di sbagliato in me, e questo mi teneva bloccata!

Vedi, noi abbiamo un nemico, Satana, che cerca costantemente di riempirci la mente di pensieri negativi e vuole che ci focalizziamo di continuo sui nostri punti deboli, che ci rimuginiamo sopra e che poi li esprimiamo con la nostra stessa bocca.

Lui giocherà con le nostre insicurezze e, come un disco incantato, ci bombarderà più e più volte con gli stessi pensieri, come:

“Non fai altro che combinare pasticci, come può Dio amarti?”.

“Non sarai mai all’altezza di tuo fratello o di tua sorella!”.

O forse ti sei sentito dire: “Non puoi fare quella cosa, non sei abbastanza intelligente!”. Il nemico vuole indurci a disprezzarci e a paragonarci agli altri.

Il problema è che, se non riconosciamo le sue menzogne e non le rimpiazziamo con la Parola di Dio, cominceremo a crederci e a dichiararle ad alta voce.

Non so dirti quante volte ho sentito di persone a cui, da piccole, è stato ripetuto che erano ottuse o stupide. I loro genitori le avevano convinte che “non avrebbero mai combinato nulla di buono nella vita”, e per quanto intelligenti o dotate fossero, hanno continuato a sentire quelle parole nella loro mente per anni. Alcune di quelle persone sono rimaste bloccate per tanti anni, e ci è voluto tempo perché riuscissero a rimpiazzare quelle bugie con la verità.

Vedi, i nostri pensieri e le nostre parole sono incredibilmente importanti. In Proverbi 23:7 (AMP) è scritto che “come (un uomo) pensa nel suo cuore, così egli è”. In Proverbi 18:21, inoltre, è scritto che “morte e vita sono in potere della lingua, e quelli che l’assecondano ne mangeranno i frutti [vita o morte]”.

È stato dimostrato che noi crediamo a quello che pensiamo e diciamo di noi stessi più che a quello che chiunque altro dice di noi.

Ecco perché è così importante che meditiamo di proposito su ciò che di positivo c’è in noi. Dobbiamo attivamente cercare le cose buone, per poi pensare ad esse e proclamarle con la nostra bocca.

Che cosa stai dicendo?

Se hai già ascoltato qualche mio insegnamento, saprai che parlo molto riguardo al potere dei nostri pensieri e delle nostre parole. Non si tratta soltanto di “pensare positivo”, ma di rimpiazzare le menzogne con la verità della Parola di Dio.

Vedi, la Parola di Dio è potente, e ha la capacità di rinnovare la nostra mente e di aiutarci a vedere noi stessi così come Dio ci vede (ved. Romani 12:2). Più sappiamo quello che Dio dice, più riconosceremo le bugie del nemico e riusciremo a rimpiazzarle con la verità.

Ad esempio, se il nemico (o chiunque altro) cerca di convincerti che non sei degno di essere amato, ricordagli quello che Dio dice di te. Pensa e dichiara cose come: “Io sono un figlio di Dio e sono stato creato in modo meraviglioso e stupendo. Lui mi ama e ha a cuore ogni singolo dettaglio della mia vita. Prima ancora che io nascessi, mi ha approvato. Dio ha un piano straordinario per la mia vita!” (ved. Salmo 139; Romani 8:38-39; Geremia 1:5; 29:11).

Imparare a confessare ad alta voce la Parola di Dio mi ha cambiato la vita. Per “confessare” si intende “dire la stessa cosa che dice…”. È davvero importante che diciamo quello che Dio dice e che proclamiamo la Sua Parola, non quello che le nostre sensazioni, altre persone o le nostre circostanze ci dicono.


Ti incoraggio a dedicare del tempo ad apprendere quello che la Parola di Dio dice di te, per poi dichiararlo ad alta voce. Credimi, questa è una delle cose più potenti che tu possa fare per cambiare l’immagine che hai di te e iniziare a vedere te stesso in maniera positiva.


Quando il Signore cominciò a insegnarmi tutto questo, misi per iscritto un elenco di affermazioni basate sulla Bibbia. Quando finii, ne avevo scritte più di cento! Dopodiché, cominciai a proclamarle ad alta voce due volte al giorno, per far sì che la Sua verità si radicasse in me.

Io, ad esempio, mi sentivo spesso in colpa, quindi una delle mie confessioni era (ed è tuttora): “Io sono la giustizia di Dio in Gesù Cristo!” (ved. 2 Corinzi 5:21).

Le prime volte in cui facevo tali dichiarazioni, non ci credevo realmente e mi sentivo a disagio davanti a Dio. Col passare delle settimane, dei mesi e degli anni, tuttavia, Dio ha usato la Sua Parola per cambiarmi e aiutarmi a credere che io sono giusta ai Suoi occhi.

Proclamare la Parola di Dio è qualcosa che continuo a fare, perché ne ho visto i risultati nella mia vita. Essa è efficace e ha il potere di sconfiggere le menzogne del nemico (ved. Ebrei 4:12)!

È una verità spirituale: quando parliamo positivamente di noi stessi, cominceremo a vederci in maniera sana e positiva. Possiamo migliorare l’opinione che abbiamo di noi stessi semplicemente col nostro modo di parlare!

Ti esorto a fare tuo questo concetto. Puoi cominciare dedicando anche solo cinque minuti ogni mattina (anche mentre sei in auto per recarti al lavoro, ad esempio) a dichiarare cose positive riguardo a te stesso, alla tua vita e alla tua giornata. Rimpiazza il “disco incantato” con parole che produrranno una sana immagine di te stesso. Quando lo farai, la verità della Parola di Dio sconfiggerà le menzogne e tu comincerai a vederti in maniera del tutto nuova.

Ricorda, Dio ti ama e uno dei Suoi più grandi desideri è che tu ami te stesso. Egli ha un piano personalizzato per la tua vita che solo tu puoi adempiere, e vuole trasmetterti la fiducia di cui hai bisogno per abbracciare il tuo futuro, amare la tua vita e apprezzare la persona che Lui ti ha creato per essere.

Facebook icon Twitter icon Instagram icon Pinterest icon Google+ icon YouTube icon LinkedIn icon Contact icon