Non essere “impegnato”, ma porta frutto.

Non essere “impegnato”, ma porta frutto.

Con le molte occupazioni vengono i sogni, e con le molte parole, i ragionamenti insensati (Ecclesiaste 5:3)

Stai facendo cose che non portano alcun frutto? Sei talmente impegnato che stai perdendo la pace interiore?

Tempo fa mi hanno raccontato di una guardia che custodiva un certo fazzoletto di terra a Buckingham Palace, in Inghilterra. Quel terreno veniva custodito da cento anni, 24 ore al giorno.

Un giorno, qualcuno domandò alla guardia: “Che cosa stai custodendo?”. La guardia non seppe rispondere e disse semplicemente che quel terreno veniva custodito da cento anni.

Si scoprì che cento anni prima la regina aveva piantato dei roseti e voleva assicurarsi che crescessero. Ora, un secolo dopo, una guardia stava appostata là dove una volta si trovava un roseto, senza però custodire niente.

Stai facendo qualcosa senza nemmeno più sapere perché lo stai facendo? Dio non ci ha mai chiamati ad essere impegnati: ci ha chiamati a portare frutto. Troppe attività inutili non solo non portano frutto, ma ci fanno stressare.

Ti incoraggio a passare in rassegna quello che fai durante la giornata. Forse stai facendo qualcosa che Dio non ti sta chiedendo di fare, o qualcosa che ti ha chiesto di fare in passato ma ora non più. Permetti allo Spirito Santo di mostrarti come sbarazzarti dai troppi impegni e portare più frutto.

Spunto di preghiera:

Spirito Santo, aiutami a passare in rassegna la mia vita e a eliminare le attività inutili. Non voglio essere troppo impegnato. Mostrami come vivere una vita più fruttifera.

Facebook icon Twitter icon Instagram icon Pinterest icon Google+ icon YouTube icon LinkedIn icon Contact icon